Come fare il bagnetto al neonato

Quando arrivi a casa con il tuo bambino inizi una nuova vita; si presentano tante cose da fare con tuo figlio, attività che devi imparare a fare, nessuno è nato genitore e le cose si imparano facendole. Le prime volte, se è il tuo primo figlio, ti sentirai un po’ in imbarazzo ma non farti prendere dall’agitazione, rilassati e riuscirai a fare tutto e sempre meglio.

Le prime attività con il neonato

Il neonato ha fondamentalmente bisogno di poche cose:

  • Di essere alimentato, quindi la poppata al seno o con il latte formula che ti è stato indicato già dall’ospedale
  • Di avere un contatto fisico con mamma e papà
  • Di essere cambiato regolarmente
  • Di essere lavato

Molte neo mamme possono approfittare dei consigli di chi è già stata mamma, quindi le nonne, le zie, amiche eccetera, quindi comunque non sei abbandonata a te stessa.

In altri casi, invece, le neo mamme non possono fruire di un appoggio o di un aiuto, devono cavarsela da sole ma queste cose si imparano molto in fretta, basta un po’ di pratica che farai un po’ per volta. Non entrare in crisi per questo, basta applicare un po’ di buon senso e tutto andrà non bene, benissimo.

Come fare il bagnetto al bambino

Fare il bagnetto al bambino non è affatto difficile ma bisogna osservare alcune norme per farlo nel migliore dei modi. Stiamo per darti alcuni consigli per affrontare anche questa operazione.

La prima cosa è essere rilassati, tu e il papà, questo è importante per trasmettere serenità anche al bambino. L’acqua in genere è rilassante per il bimbo, quindi affronterà tranquillamente questo momento ma se non è così, niente paura non gli fai male.

Importante è preparare tutto l’occorrente prima di iniziare: il bambino non deve essere assolutamente mai lasciato da solo nella vaschetta. Prepara, quindi i detergenti, l’accappatoio o l’asciugamano, il pannolino pulito, volendo del borotalco o creme specifiche idratanti ed emollienti per dopo il bagno.

Preparare la vaschetta

Per il bagnetto non serve tanta acqua, ne bastano tra i 10 e i 20 cm nella vaschetta, l’importante è la temperatura che dovrebbe essere di 37 gradi, quindi poco più che tiepida.

Accertati che non sia troppo calda saggiandone il calore con il tuo gomito. Sciogli nell’acqua il detergente che deve essere specifico per bambini, non usare mai un comune bagnoschiuma, troppo aggressivo per la pelle delicata del bambino.

Noterai che la schiuma è assente: non dipende dalla quantità di prodotto ma dall’assenza di tensioattivi, nocivi per il bimbo, quindi è inutile che aggiungi prodotto per ottenere schiuma, non deve produrla.

Come tenere il bimbo nella vaschetta

Il corpo del bambino deve poggiare nell’avambraccio di mamma o papà, in modo che la testa poggi sull’incavo del gomito e resti sollevata dal livello dell’acqua. La posizione corretta è quella in cui il bambino, di fatto, siede sulla tua mano.

Per aumentare la sicurezza ed evitare che il bimbo scivoli, una gambina deve essere tenuta a livello dell’inguine tra il pollice e il resto della mano. La posizione è importante per ottenere la massima sicurezza ed evitare problemi.

Come lavare i bambini

Ti consigliamo di non usare spugne che possono trattenere nel loro tessuto molti germi, usa semplicemente le tua mani. Lava prima le gambe e i piedi del bimbo, poi passa al corpo. Per ultimo provvedi a lavare la testa.

Per fare questo bagna semplicemente la testa e usa lo stesso prodotto per il bagnetto, a meno che non vi sia crosta lattea: in questo caso sarà il pediatra a consigliarti cosa usare.

Lava quindi delicatamente la testa e poi risciacqua. Evita getti d’acqua, l’ideale è usare un innaffiatoio per fare effetto doccetta ma delicato.

In generale nel fare il bagnetto devi prestare particolare attenzione alla detersione delle pieghe cutanee e, terminato il bagnetto, provvedi ad un’accurata asciugatura

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *